Porno per masturbarsi

In principio, preferisco scopare la ragazza come masturbarsi da solo, ma perché non viviamo insieme, mi devo rilassare prima di andare al lavoro. Anche se provo pensare a lei, il video porno per masturbarsi mi aiuta a rendere il tutto ancora più efficace. Anche la fidanzata, si può meglio immaginare, se è possibile guardare il video porno con un occhio, dove qualche cazzo sta spingendo in buona figa. Il video porno mostra solo la parte importante del sesso, e anche quando scopo con una ragazza, mi piace sempre vedere come il mio cazzo scava in profondità e ascolto i sospiri e guardo come perde i sensi. Così il video porno per masturbarsi aiuta, quando non è con me, il tutto succede molto più veloce perché ho bisogno di pochi minuti a guadare il video porno con belle donne. In realtà, è ancora meglio se si guarda il video porno nel quale appare il ganbang, il trattamento, che nella vita reale, ovviamente, non è una possibilità, perché la mia ragazza non vuole condividere. Anche sé ha riconosciuto che porno con due cazzi allo stesso tempo le suscita molto, non vuole provare questo in realtà – sesso in una video porno da più “libertà artistica”, come nella vita reale. Ma se qualche volta guardiamo dei video porno insieme, anche la nostra vita sessuale migliora lentamente e colei anche la fiducia tra noi due. Forse un giorno anche la mia ragazza forse consentirà ad un terzetto (threesome).…

Studio di Zillman

Gli effetti -come Gail Dines riassume lo studio di Zillman del 1989- includono “alterazione della percezione della video sessualità, in particolare, il porno favorisce presunzioni di popolarità per le pratiche sessuali meno comuni, genera malcontento per l’aspetto fisico e le prestazioni sessuali del partner intimo; banalizza lo stupro come reato penale e banalizza anche gli abusi sessuali sui minori come un reato; e promuove insensibilità nei confronti delle vittime di violenza video hard porno sessuale e promuove credenze negli uomini che sarebbero stati in grado di commettere stupri. Inoltre, abituali consumatori di sesso maschile di pornografia sembrano essere a maggior rischio di diventare sessualmente insensibili e sessualmente violenti verso le donne rispetto agli utenti occasionali. “Avedon Carol ha spiegato l’uso del termine di Zillmann “sessualmente insensibile” che significava “una maggiore tolleranza per l’omosessualità, la convinzione che le donne dovrebbero essere in grado di scegliere altre priorità oltre la maternità; meno fede nel matrimonio, la convinzione che le donne possano godere del video hard porno e scegliere di farlo per motivi diversi dal compiacere i loro mariti o concepire figli -. in breve, gli obiettivi della maggior parte dei gruppi femministi dell’epoca. Alla fine, la ricerca potrebbe solo aver dimostrato che gli uomini più anziani e sposati sono meno critici dei loro compagni più giovani, studenti singoli di psicologia, e che quei giovani e colti uomini hanno atteggiamenti più liberali sul ruolo delle donne e sull’omosessualità, e una conoscenza più realistica delle pratiche video hard porno sessuali nella società “.

Consumatori di pornografia

Alcuni consumatori di porno video estrema possono diventare tolleranti ad un certo tipo di immagini, che possono avere un impatto sulla risposta sessuale. Ci sono troppo poche prove per concludere che le immagini visive e i film possano creare dipendenza. Diversi studi concludono che la liberalizzazione del porno video nella società possa essere associata ad una diminuzione dei tassi di stupro e di violenza sessuale, oppure suggeriscono alcun effetto, o sono inconcludenti. Nei maschi, l’effetto più immediato della pornografia è “un grande incremento degli sfoghi sessuali totali nello stesso giorno attribuito alla masturbazione” con la maggior parte “di loro che trovano l’esperienza sessualmente eccitante, divertente, e generalmente piacevole, ma alcuni hanno riferito di essere disgustati,  di provare vergogna, e di essere scioccati “. La dipendenza da pornografia è una presunta dipendenza comportamentale caratterizzata da un uso compulsivo, ripetuto di porno video con gravi conseguenze negative per il fisico, lo stato mentale, sociale e / o il benessere finanziario. Non è presente una diagnosi di dipendenza da porno video nella versione corrente del Manuale diagnostico e statistico dei Disturbi mentali (DSM-5). Il DSM-5 considera tale diagnosi e la respinge perché “non vi è sufficiente evidenza per stabilire i criteri diagnostici e naturalmente le descrizioni necessarie per identificare questi comportamenti come disturbi mentali “. Una revisione del 2014, ha trovato che l’uso con un’alta frequenza di stimoli sessuali visivi “non riesce a soddisfare gli standard di dipendenza”, per esempio perché può ridurre i comportamenti non salutari.……